HomeRubricheGuida al Pickleball: Regole, Tecnica e Strategie

Guida al Pickleball: Regole, Tecnica e Strategie

In questa guida al Pickleball, esploreremo i dettagli tecnici e ti forniremo le informazioni essenziali per iniziare. ll Pickleball è una disciplina sportiva emozionante che sta guadagnando popolarità in tutto il mondo.

Questo sport combina elementi del tennis, del beach tennis e del badminton in un modo unico, rendendolo adatto a giocatori di tutte le età.

La sua semplicità fa sì che il divertimento sia garantito fin dalla prima partita.
Le Regole di Base Le regole fondamentali del Pickleball sono semplici da capire e rendono il gioco accessibile a tutti.


Scarica > La Guida al Pickleball.pdf


Ecco un breve riassunto:
Formati di gioco: Puoi partecipare al Pickleball in partite in singolo o in doppio
Obiettivo di vittoria: Per vincere una partita, devi accumulare 11 punti. Tuttavia, devi guadagnare almeno 2 punti in più dell’avversario per chiudere il gioco.


Punteggio: I punti possono essere segnati solo durante il tuo turno di servizio, e devi servire da destra, in diagonale nel rettangolo di servizio avversario.


Rispetto della regola dei due rimbalzi: Prima di colpire la palla al volo, sia il servizio che la risposta devono rimbalzare almeno una volta.


Zona di non volley: Quando sei vicino alla rete nell’area di non volley, devi colpire la palla dopo che ha effettuato almeno un rimbalzo. Si può colpire al volo solo avendo i piedi che non toccano l’area di non volley.


DOVE GIOCARE – Il Pickleball ha già radici solide negli Stati Uniti, dove il numero di campi dedicati supera persino quelli del Padel. In Italia, ci sono attualmente più di venti impianti dove puoi praticare questo sport in crescita.

Anche se a piccoli passi, alcuni circoli si stanno attivando, puntando sulla nuova disciplina destinata a spopolare anche in Italia.  La nuova disciplina sportiva, già celeberrima negli Stati Uniti con oltre 36 milioni di praticanti, si sta diffondendo pian piano anche in Italia, con circa 90 campi già operativi dal Nord al Sud del Paese.

            

In Calabria al momento si contano le prime quattro strutture, Padel Club RendeAccademia del Tennis (RC), Polisportiva Acquappesa (CS) Padel Amantea e Campora.


Per trovare una lista aggiornata di campi da Pickleball nella nostra regione, notizie in continuo aggiornamento, visita il sito web www.calabriapickleball.it su facebooK CalabriaPickleball.


 

STRATEGIE e TATTICHE di GIOCO – Anche se il Pickleball condivide somiglianze con il tennis, il campo più piccolo richiede una strategia di gioco differente. Concentrati sulla tecnica del “dink,” un colpo morbido e controllato che finisce nella zona della cucina.

Questo colpo ti permette di posizionarti in modo strategico vicino alla rete, dove potrai coprire una vasta area del campo.
Mantenere la palla bassa e corta metterà pressione sugli avversari e ridurrà le loro opportunità di effettuare passanti.


IL SERVIZIO – Si inizia a battere da destra, con entrambi i piedi fuori dalla linea di fondo. Bisogna colpire la palla sotto l’altezza della vita. Si può colpire la pallina al volo o dopo un rimbalzo al suolo.  Si fanno punti solo sul proprio turno di battuta. Dopo aver fatto punto, si cambia lato di servizio (in doppio, gli avversari che ricevono rimangono nelle stesse posizioni).

Se i cambi di lato sono giusti nel corso della partita, chi batte da destra si troverà sempre con un punteggio pari.
Un giocatore tiene il servizio finché fa punti. In doppio, dopo un errore, il turno di servizio passa al compagno, e dopo un errore del compagno, passa alla squadra avversaria, che inizia a battere da destra.


Ci sono due differenze con il servizio del tennis.
A) se la palla tocca la rete, e poi cade nel rettangolo di servizio avversario, è valida. In breve, in caso di “net” si gioca.
B) se si sbaglia il servizio, non se ne ha a disposizione un secondo.


IL CAMPO – Ha le stesse dimensioni di quello da badminton: 13,4 metri di lunghezza e 6,1 di larghezza. Singolo e doppio si giocano negli stessi spazi. La rete è alta 86,4 centimetri al centro e 91,4 cm agli estremi.
La peculiarità del pickleball è l’area di non volley di 2,13 metri vicina alla rete, chiamata kitchen in gergo. Quest’area determina il modo di giocare a pickleball, con scambi lenti e corti rispetto al padel e al tennis.

Le linee fanno parte del campo (come nel tennis). La riga della kitchen fa parte della kitchen, quindi è “out” (ad esempio, sul servizio). Occhio anche a non metterci il piede sopra prima di una volée.

IL PUNTEGGIO
Prima del servizio va dichiarato il punteggio. Nel doppio, va fatto in un modo che ai principianti sembra complicato. Bisogna aggiungere al punteggio il turno di servizio. Poniamo ad esempio che il punteggio sia 7-3-2. Questo significa 7 punti chi batte, 3 punti chi riceve e il 2 vuol dire secondo turno di servizio della coppia. In altre parole, si deve dire 1 (primo turno di servizio) o 2 (secondo turno di servizio) dopo i punti.

ATTREZZATURA
A parte quelle in legno per bambini, oggi le racchette sono tutte di materiali avanzati. Una racchetta in composito ha una superficie in fibra di vetro o grafite e un nucleo in sandwich di vari materiali. Il costo varia dai 50 ai 200 euro.

Ci sono tre tipi di palline: indoor, outdoor e miste. Quelle per giocare al coperto sono un poco più morbide e durano di più di quelle da esterno. Hanno 26-28 fori  invece di 40 e i fori sono più larghi. Le scarpe da tennis vanno benissimo (quelle da jogging no).

LA STORIA: Il Pickleball Inizia oltre mezzo secolo fa, negli Stati Uniti, a casa di Joel Pritchard, a Bainbridge Island, vicino a Seattle. Durante le vacanze, i ragazzi si annoiavano e Pritchard, insieme a Bill Bell, trovò una palla di plastica forata, delle racchette da ping pong e una rete da badminton. Si misero a giocare nel cortile di casa.

Tutti si divertivano, i vicini partecipavano sempre più numerosi, e nuove racchette in legno vennero costruite a mano. Il pickleball rimase limitato all’area di Seattle per alcuni anni prima di diventare lo sport a più alta crescita degli USA.

SVILUPPI RECENTI: Già a fine anno 2022, con il lavoro svolto dalla Italian Pickleball Association presso la FIT (diventata dal 1 gennaio FITP) il pickleball è diventato una disciplina della Federazione Italiana Tennis e Padel, il cui regolamento è stato aggiunto in appendice al Regolamento tecnico-sportivo ufficiale del Tennis, riprendendo il testo del Regolamento internazionale.Per promuovere e valorizzare il pickleball, la FITP ha costituito un gruppo di lavoro dedicato, del quale fanno parte fra gli altri Zelindo DI Giulio (presidente dell’ Italian Pickleball Association e primo promotore del pickleball in Italia: Marco Marte, Marcello Molinari, Marco Iacuone, Roberto Commentucci e i docenti dell’Itituto Superiore di Formazione “Roberto Lombardi” Gerardo Brescia e Rocco Marinuzzi, con la supervisione del direttore Michelangelo Dell’Edera.

Il Pickleball è una straordinaria combinazione di divertimento, abilità e socializzazione.
Con la sua crescita costante, è il momento ideale per scoprire questo entusiasmante sport e unirti alla sua crescente comunità.

Per ulteriori informazioni, consulta il sito web www.calabriapickleball.it per regole, suggerimenti e notizie aggiornate su questa disciplina.

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments