HomeIn CalabriaCircolo Crucitti: Terza categoria, Laganà fa il bis

Circolo Crucitti: Terza categoria, Laganà fa il bis

di ANDREA IACONO

Massimo Laganà concede il bis nel primo torneo di terza categoria organizzato dal circolo Crucitti e conclusosi domenica sera sui campi in cemento del club di via nazionale Pentimele.

L’atleta del Ct “Rocco Polimeni” trionfa sia nel singolare maschile che nel doppio misto, in coppia con Anna Maria Mangano, compagna di circolo e collega di Accademia (entrambi fanno parte dello staff tecnico del sodalizio presieduto da Antonino Girella).

Accreditato della testa di serie numero 2, Laganà (4.1) batte in finale il leader del main draw e unico terza categoria degli iscritti (45 in totale) Domenico Scordo. Gli bastano due set: 6-1 6-4 e braccia al cielo. Al match clou, il reggino si era presentato dopo aver eliminato agli ottavi di finale Andrea Sarica (4.4) per 6-3 6-1, ai quarti Giuseppe Tripodi (4.2) per 7-5 6-1 e in semifinale Andrea Smerzi (4.1) 3-6 6-3 6-2, in quello che resta l?incontro più duro per il vincitore.

Scordo, invece, non riesce a rispettare i pronostici della vigilia e cede davanti alla solidità di un avversario che fa della regolarità e dell’esperienza le sue armi più appuntite.

Il tennista villese, tesserato con lo Sport Village Catona, per arrivare in finale aveva superato agli ottavi Orlando De Simone (4.4) 6-2 6-2, ai quarti Ezio Privitera (4.3) 6-1 6-3 e in semifinale Giuseppe Scionti (4.2) 7-5 6-2.

La domenica da protagonista di Laganà non si ferma al singolare. Così nel doppio misto (18 coppie iscritte), affiancato da Anna Maria Mangano (3.1 e decisamente la migliore giocatrice calabrese del momento), con lo stesso risultato della finale del singolo maschile si sbarazza della coppia composta da Pietro Sofia (4.2) e Livia Turiano (4.1): 6-1 6-4 e doppio rimpianto per la Turiano ad un passo dalla vittoria anche nel singolare femminile, sconfitta dalla testa di serie numero 1 Ginevra Chiara. Tornando al doppio misto, i vincitori avevano eliminato ai quarti Daniela Capria(4.nc)-Giuseppe Scionti (4.2) con un duplice 6-2 e in semifinale i fratelli Costantino (Consuelo 4.2 e Antonio 4.3) 6-2 7-5. I finalisti avevano guadagnato l’ultimo atto superando ai quarti Cristina Carresi (4.nc)-Andrea Sarica (4.4) con un doppio 6-2 e in semifinale la seconda forza del seeding Angela Fedele (4.nc)-Salvatore Caroleo (3.4) con un duplice 6-1.

Parla catanese, invece, il tabellone femminile (17 iscritte) grazie al successo di Ginevra Chiara (3.5) che si impone in finale sulla reggina Turiano con lo score di 6-2 7-6. La potente racchetta siciliana aveva sconfitto ai quarti Daniela Capria 6-2 6-0 e in semifinale la testa di serie numero 4 Consuelo Costantino (4.2) 6-4 6-0.

In conclusione delle due settimane di torneo la cerimonia di premiazione incorona vincitori e finalisti, riservando applausi per l’organizzazione formata dal giudice arbitro Maurizio Mundo, coadiuvato da Antonino Versi e Andrea Sarica, preziosi collaboratori del presidente del circolo ospitante Demetrio Crucitti.

Il quale ha parole d’elogio soprattutto per Antonino Coppola, cui va una targa ricordo per la fattiva collaborazione e la costante presenza sui campi durante l’intero svolgimento della manifestazione.

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments