HomeIn ItaliaCoppa Davis Davis: Italia-Croazia finalmente... il sorteggio positivo

Coppa Davis Davis: Italia-Croazia finalmente… il sorteggio positivo

TENNIS – L’urna ha riservato all’Italia il match casalingo con la Croazia (1-3 febbraio 2013). Il numero 1 è l’umorale Cilic. Con un Karlovic in fase calante e il solo Dodig come buon doppista, la sfida non è affatto chiusa. Chi vince affronterà Canada o Spagna nei quarti.  Alessandro Mastroluca

Andreas Seppi (Costantini)
Andreas Seppi (Costantini)

L’Italia debutterà nel World Group 2013 in casa contro la Croazia. Anche se si giocherà subito dopo gli Australian Open, considerate le attitudini dei nostri singolaristi e le caratteristiche dei nostri avversari, è altamente probabile che si giocherà sulla terra. D’altronde sul rosso l’Italia ha giocato 15 dei sedici match casalinghi di Davis durante la gestione Barazzutti, con l’unica eccezione dello spareggio per non retrocedere in terza divisione contro il Lussemburgo di Gilles Muller e del suo amico pompiere Mike Scheidweiler sul duro ad Alghero.

I precedenti: Croazia 2 – Italia 0

Volandri, che in quell’occasione ottenne di essere “esonerato”, è stato grande ma sfortunato protagonista del primo incontro tra Italia e Croazia, lo spareggio per il World Group nel 2001. Al toscano toccò il primo singolare contro Goran Ivanisevic, reduce dall’impresa più straordinaria della sua carriera, la vittoria di Wimbledon da wild card.

Volandri chiude il primo set 6-2 in 20 minuti, nel secondo rimonta uno svantaggio di 1-5, annulla sei set point e chiude 7-4 al tiebreak. La stanchezza dell’azzurro, però, dà nuove energie a Ivanisevic che vince facile terzo e quarto per 6-3 6-0 e si ritrova avanti 4-1 nel quinto. “Il pubblico m’ha dato forza, ed ho dimenticato l’accenno di crampi che avevo”, spiega Volandri, che piazza un parziale di 5 giochi a zero. Il finale è comunque thrilling. Volandri, che serve per dare all’Italia il primo punto, nel procurarsi il primo match point, sente ancora dolore e chiede l’intervento del medico. E’ praticamente zoppo alla ripresa del gioco ma Ivanisevic scaglia fuori un facile diritto fra l’entusiamo del Foro Italico. “Perche’ ho vinto questo incontro?” commenta Volandri, “perche’ ho due… due bip cosi’, un grande cuore, un grande staff, una grande squadra e un grande pubblico”.Ljubicic porta l’incontro in parità con il 62 64 61 a un Luzzi mai in partita. In doppio Galimberti e Navarra illudono vincendo i primi due set, ma Ivanisevic e Ljubicic portano il secondo punto alla Croazia: 67 36 76 62 64. Ivanisevic, l’eroe nazionale, porta il punto decisivo: 76 63 64 a Luzzi.

La seconda, e ultima, sfida contro i croati è il secondo turno del Gruppo I Euro-Africano di Dubrovnik nel 2008. Anche in quel caso, come al Foro Italico, è finita 3-2 per i croati. O meglio per Mario Ancic che, pur arrivando da un periodo sfortunato, ha portato tutti i 3 punti croati: due vittorie in tre set su Seppi e Bolelli e dato un grande contributo al successo in doppio, con Cilic, contro Bolelli e Starace.

Bolelli gioca da top-10 il primo singolare contro Ivo Karlovic. Vince 76 63 64 con un unico passaggio a vuoto, sul 4-2 nel tiebreak del primo set (in cui ha annullato quattro palle break). Karlovic paga anche un movimento falso col ginocchio destro a metà secondo set, ma questo non toglie nulla alla vittoria di un Bolelli insolitamente a suo agio anche a rete. Seppi, invece, parte male (sotto 62 e di un break nel secondo) e inizia a giocare al suo livello solo quando Ancic è scappato 62 41. Si ritrova 4 pari e 0-30 (col croato al servizio) sia nel secondo che nel terzo set, ma non gira a suo favore il match.

In doppio Starace e Bolelli cedono in quattro set a Ancic e Cilic. “Mi servivano due che battessero bene” spiegherà Barazzutti. Nell’ultima giornata Seppi batte Cilic dopo oltre quattro ore, ma Bolelli può poco o nulla contro Mario Ancic, che gli lascia appena 11 punti in 14 turni di battuta.

La situazione attuale della nazionale croata è molto meno florida di quattro anni fa. Con un Karlovic in disarmo, unico top-100 croato insieme a Marin Cilic, e il solo Dodig come doppista di buon livello, n.24 nell’ultimo ranking, due posizioni sopra Bracciali, con la Croazia potremmo partire quasi da favoriti.

Che Italia sarà?

Se tutti gli azzurri saranno a disposizione, il quartetto di Barazzutti non dovrebbe differire troppo da quello scelto contro il Cile. Se stanno bene, Seppi e Fognini dovrebbero avere un posto quasi garantito in singolare. Le incognite mi sembrano due, al momento: Bracciali e Starace.

L’aretino è il nostro miglior doppista, ma non ha un partner definito e a febbraio 2013 avrà 35 anni. Non dovrebbe perdere troppo, in termini di competitività, nel giro dei prossimi cinque mesi, e dunque rimane il favorito come titolare in doppio. Ma con chi?

L’esperimento Bracciali-Seppi può dirsi concluso e bocciato, soprattutto perché l’altoatesino non ha i colpi giusti per essere efficace nella specialità. Bracciali ha giocato sia con Bolelli che con Starace. In coppia con Poto sono arrivati in semifinale al Roland Garros. Se davvero si giocherà sulla terra, potrebbero crescere le chance di vedere questa coppia in doppio. Anche perché Starace è il nostro uomo Davis, e se avrà risolto i suoi problemi fisici sarà difficile non vederlo nel quartetto titolare.

L’alternativa, che però appare decisamente meno probabile, è di tornare a investire sul doppio Fognini-Bolelli (che però hanno vinto solo una partita dopo essere arrivati in semifinale agli Us Open 2011) e a quel punto, sempre che la condizione lo supporti, inserire Starace per Bracciali.

I PRECEDENTI

2001 CRO d. ITA 3-2 in ITA

World Group, Qualifying Round – 1st Round Foro Italico, Rome, ITA Clay (O) 21 Sep – 23 Sep 2001

R1 F. VOLANDRI b G. IVANISEVIC 6-2 7-6(4) 3-6 0-6 6-4
R2  I. LJUBICIC b F. LUZZI 6-4 6-2 6-1
R3 G. IVANISEVIC/I. LJUBICIC b G. GALIMBERTI/M. NAVARRA 6-7(6) 3-6 7-6(5) 6-2 6-4
R4 G. IVANISEVIC b F. LUZZI 7-6(4) 6-3 6-4
R5 F. VOLANDRI b I. VAJDA 6-2 6-4

2008 CRO d. ITA 3-2 in CRO

Group I, Europe/Africa – QuarterfinalSportska Dvorana ,DubrovnikHard (I)11 Apr – 13 Apr 2008

R1 S. BOLELLI b I. KARLOVIC 7-6(7) 6-3 6-4
R2 M. ANCIC b A. SEPPI 6-2 6-4 7-5
R3 M. ANCIC/M. CILIC b S. BOLELLI/P. STARACE 7-6(3) 6-4 1-6 6-3
R4 A. SEPPI b M. CILIC 6-7(7) 6-4 6-4 6-7(3) 6-1
R5 M. ANCIC b S. BOLELLI 6-4 6-4 6-2

VERSO IL 2013

I possibili head to head

Seppi-Cilic 3-5

2011 St. Petersburg Russia Hard Q Cilic, Marin 4-6, 7-6(8), 6-4

2011 ATP World Tour Masters 1000 Canada Montreal, Canada Hard R64 Cilic, Marin 7-5, 6-4

2011 Umag Croatia Clay Q Cilic, Marin 6-1, 6-3

2010 ATP World Tour Masters 1000 Shanghai Shanghai, China Hard R64 Seppi, Andreas 6-2, 6-2

2008 ATP Masters Series Paris France Hard R64 Cilic, Marin 7-6(5), 6-2

2008 CRO v. ITA EAG I 2nd Round Croatia Hard RR Seppi, Andreas 6-7(7), 6-4, 6-4, 6-7(3), 6-1

2006 Gstaad Switzerland Clay R32 Cilic, Marin 6-3, 7-6(6)

2006 Zagreb Croatia Carpet R16 Seppi, Andreas 4-6, 6-4, 6-4 Stats

Seppi-Karlovic 1-1

2008 Nottingham Great Britain Grass Q Karlovic, Ivo 6-3, 3-6, 6-4
2007 Barcelona Spain Clay R64 Seppi, Andreas 6-7(2), 7-5, 6-3

Fognini-Cilic 1-2

2011 Beijing China Hard R16 Cilic, Marin 6-2, 6-7(1), 6-3
2011 Umag Croatia Clay S Cilic, Marin 6-2, 6-2
2009 ATP World Tour Masters 1000 Monte Carlo Monaco Clay R32 Fognini, Fabio 6-2, 6-0

Fognini-Karlovic 0-1

2010 Doha Qatar Hard R32 Karlovic, Ivo 6-4, 6-4

Bolelli-Cilic 1-3

2012 ATP World Tour Masters 1000 Monte Carlo Monaco Clay R64 Cilic, Marin 6-3, 6-4
2011 Munich Germany Clay R32 Cilic, Marin 7-5, 7-6(4)
2008 Zagreb Croatia Hard R16 Bolelli, Simone 6-4, 6-3
2007 Moscow Russia Hard R32 Cilic, Marin

Bolelli-Karlovic 1-0

2008 CRO v. ITA EAG I 2nd Round Croatia Hard RR Bolelli, Simone 7-6(7), 6-3, 6-4

Alessandro Mastroluca

Fonte: www.ubitennis.com

RELATED ARTICLES

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments